Una chiacchierata con Viola Nagis

Emozionante, avvincente, te lo porti dietro in metropolitana o a letto, divertente di fronte alle peggiori difficoltà cui ti conduce la sfortuna e l’eccessiva gentilezza, Viola ci presenta una delle più autentiche autobiografie in cui voglia di riscatto e rassegnazione si alternano inarrestabili.

Ci sono realtà che non conosciamo, che sono davanti i nostri occhi ogni giorno, che non notiamo o che siamo troppo occupati per vedere. Stanno lì, dietro le mura di quei palazzi alti di periferia, oltre la luce che flebile arriva dalla finestra, dietro alla vetrina di un… centro massaggi. Viola ci porta dentro questo mondo, e lo fa con potenza evocativa degna dei migliori scrittori. Si lascia andare al flusso delle emozioni, pur dominandole abilmente nell’arte del racconto, e ce le serve così: nude, crude, a tratti anche divertenti, senza dubbio forti da digerire. Quel che accade a Viola durante ogni tappa della sua vita ha ben poco della invenzione letteraria che pagina dopo pagina spereremmo avesse. La sua linfa vitale arriva dal vissuto personale, dalle esperienze sentimentali e lavorative, dalle sfortune sessuali ed economiche.

Io ho incontrato Viola ed, assieme alle colleghe di Doppio Standard

View original post 1.285 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...