Qui la violenza è ancora un fatto privato 

Costretta a mettere da parte il suo talento e carriera da violinista a causa della violenza domestica di suo marito famoso regista che le ruppe un timpano. Pochi giorni fa in TV a l’Arena viene invitata Elena Majoni, ex moglie del famoso regista italiano Gabriele Muccino, quello che si nascondeva dietro la maschera del regista di film sentimentali. 

Dall’intervista emergono racconti agghiaccianti, prova che la violenza sulle donne riguarda anche persone ricche e famose. Un paio di anni fa veniva denunciato Massimo DiCataldo dalla sua ex e artista Anna Laura Millacci , mentre l’anno scorso Johnny Depp dall’attrice Amber Heard. 


La storia che colpì Elena risale a molti anni fa ma con tutta risposta, perché ha portato la sua storia in TV è stata accusata di “cercare notorietà”, di sputtanare la sua famiglia e di raccontare cose sue intime.

Elena in Tv per dare un messaggio di forza alle tante che non denunciano per paura o soprattutto vergogna ( e ricordiamoci che in Italia più del 90% delle vittime di violenza in casa non denuncia), trova così un muro altissimo che è lo stesso per cui tante tacciono spesso fino alla morte ( e ricordiamo anche le percentuali annuali spaventose dei femminicidi in Italia!). 

Un muro non certamente da parte della TV, che negli ultimi anni sta cercando di contrastare l’omertà di fronte a questi temi, ma da parte dei telespettatori che definiscono il programma e Gilletti  ( il conduttore) di aver reso un pessimo servizio alla televisione pubblica, perché “i panni sporchi si lavano in famiglia”. Almeno come è emerso da tantissimi commenti sui social, sia impliciti che espliciti. 

Malgrado molti fossero d’accordo sul “denunciare alle autorità” emerge comunque l’idea che una donna mai dovrebbe parlare pubblicamente di quello che ha subito, che deve restare “privato”, soprattutto se la violenza è inflitta da persone note e rispettabili. Regna ancora oggi una mentalità omertosa “di stampo mafioso”, e, ricordiamoci, che è soprattutto questo che impedisce le donne a denunciare.

I commenti peggiori che ho letto sono quelli delle donne , che , menziono, sono anche il genere più esposto alla violenza domestica. Ciò che mi chiedo è perché proprio le donne facciano queste accuse, c’è qualcosa che non va nell’educazione delle donne, da percepirsi così meritevoli di subire violenza?

La ex di Muccino è una persona di spettacolo dunque è normalissimo vada nel suo ambiente, ovvero la TV, a raccontare una storia, inoltre non intima perché si tratta di un reato. La violenza in famiglia NON è una cosa privata”. Almeno voi donne italiane, svegliatevi quanto prima e pretendete rispetto!

Annunci

2 commenti

    • Quello che mi allarma di più è che quando si tratta di violenza nelle relazioni, oltre ad essere considerata un fatto privato, si tende a priori a non credere alla donna, a pensare che menta, che abbia un secondo fine…si pretende di sentire “anche l’altra campana”! Per nessun altro reato si verifica questo.
      Se invece di averla picchiata Muccino le avesse rubato dei soldi dal conto corrente, le reazioni non sarebbero queste. E ciò è spaventoso.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...